Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
17 Luglio 2019

Fight club versione teatrale: un esperimento riuscito

di Vittorio Lussana
Condividi
Fight club versione teatrale: un esperimento riuscito

Il genio e l’immaginario al limite dello ‘splatter’ di Palahniuk prende vita al Trastevere di Roma, in un adattamento caratterizzato da un’efficace vitalità portato in scena dalle 'Cattive compagnie', per la regia di Leonardo Buttaroni

Segnalati dal ‘New York Times’ e vincitori del primo ‘Roma Fringe Festival’, le ‘Cattive compagnie’ sono in scena in questi giorni al teatro Trastevere di Roma dal 4 al 23 marzo 2014, con un nuovo spettacolo prodotto dalla compagnia Mauri Sturno dal titolo ‘Fight club - La prima regola’. Il testo è tratto dal romanzo di Chuck Palahniuk, il noto giornalista free lance che intorno alla metà degli anni ’90 ha stupito il mondo con il proprio stile narrativo onirico e visionario, ricco di osservazioni sociali inserite in un’ottica volutamente grottesca, a tratti persino allucinata. Caratteristiche che il cinema ha saputo trasporre con l’omonimo film di David Fincher, ma che non sembrava prestarsi a un adattamento teatrale. È lo stesso regista di questa riduzione, Leonardo Buttaroni, ad ammetterlo nelle sue note di regia: “Mi sono trovato davanti a tante difficoltà: i continui salti temporali e i numerosi cambi scena sono stati uno scoglio difficile da superare”. Questo è dunque il primo elemento da evidenziare di un ‘viaggio’ teatrale che vede in scena Diego Migeni, Alessandro Di Somma, Cecilia Cinardi, Marco Zordan, Yaser Mohamed e Matteo Fasanella, facendo rivivere al pubblico l'immaginario al limite dello ‘splatter’ di Palahniuk, ravvivato da uno stile a mezza strada tra ‘noir’ e ‘undergroung’. L’atmosfera stessa del ‘Fight club’ viene ricostruita con grande energia, mantenendo viva l’attenzione del pubblico con combattimenti, scontri, giochi di forza e di potere psicologico ricostruiti con vitalità scenica, facendo emergere la personalità attoriale di alcuni elementi, in particolare del poliedrico Alessandro Di Somma, forse nella sua migliore interpretazione di sempre nei panni dell’alter ego ‘catartico’ di Eddy Norton. La magia del teatro, in fondo, è proprio questa: la possibilità di incontrare un personaggio che si attaglia splendidamente alle corde stilistiche di un interprete, rendendo lo spettacolo gradevole e di buon ritmo. Il risultato è una messa in scena degna di nota, intorno alla quale evidente è apparso l’impegno di questo giovane gruppo di attori nel loro tentativo di dare ordine e sintesi a un riadattamento che correva il rischio di risultare troppo ambizioso, caotico, ai confini del ‘kitsch’. L’equilibrio registico, invece, alla fine si dimostra interessante: gli attori sulla scena si sfidano, si battono e si scontrano senza ‘vampirizzare’ i diversi monologhi ironici o snaturare i momenti esilaranti. Del resto, le ‘Cattive compagnie’ avevano già dimostrato le proprie qualità proprio l’anno scorso, riuscendo a convincere la platea newyorkese con il pluripremiato ‘Horse Head’ (quasi 50 repliche in tutta Italia e 10 nella ‘Grande mela’, ndr) tanto da spingere il Maestro Glauco Mauri a supportare la loro attività artistica. Insomma, una buona sintesi teatrale di un ‘cult’ della letteratura e del cinema mondiali. Un esperimento riuscito nel suo sforzo di condurre funambolicamente il pubblico lungo il sottile filo sospeso tra delirio e follia, nei meandri di un conflitto interiore che conduce il protagonista sin quasi all’autodistruzione. 


Fight club - La prima regola
Roma, 4 - 23 marzo 2014
Teatro Trastevere

Via Jacopa de’ Settesoli, 3 – h.21.00, dom. h 18.00
Regia: Leonardo Buttaroni
Con: Diego Migeni, Cecilia Cinardi, Alessandro Di Somma, Marco Zordan, Yaser Mohamed, Matteo Fasanella, Leonardo Buttaroni
Scenografia: Paolo Carbone
Musiche originali Filarco
Per info e prenotazioni: 06.58.14.004
Ufficio Stampa: Marta Volterra (marta.volterra@gmail.com)


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale