Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto
di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
18 Giugno 2019

Le figurine mancanti del 1978

di Eleonora Turco
Condividi
Le figurine mancanti del 1978

In scena al Teatro Studio Uno dal 5 all’8 febbraio 2015 “Le figurine mancanti del 1978” della compagnia Teatro Forsennato, spettacolo scritto e diretto da Dario Aggioli, protagonista in scena insieme a Daniele Giuliani di una performance intensa e coinvolgente che rievoca il dramma del regime, dell'oppressione e dei desaparecidos da due punti di vista differenti.
 
Due figure raccontano due eventi all’apparenza molto distanti. Un bambino racconta i mondiali che si svolgono in Argentina. A lui interessa solo il gioco del calcio e non vede quello che c’è intorno, vuole rimanere bambino e da tale si comporta: come tutto il resto del mondo pensa solo alle partite e al momento in cui la coppa sarà levata al cielo.
Un altro bambino racconta il dramma della dittatura e dei desaparecidos. Lui vede quello che c’è intorno e per questo non vuole più giocare. Come si può giocare per una nazione sconvolta dalla dittature e desiderare di alzare la Coppa del Mondo nel proprio paese? Argentina'78. Molte figurine ce l'ho, alcune son doppioni, altre desaparecidos.
 
Teatro Forsennato è un gruppo teatrale nato spontaneamente nel 1999 e divenuto associazione nel marzo del 2004, con sede a Roma. Il lavoro è da sempre basato sull’uso dell’improvvisazione su canovaccio e sulla visione dello spettatore come parte integrante dello spettacolo. Questi due aspetti sono finalizzati a riportare la performance teatrale ad una dimensione di evento, che per ogni replica è unico e possibile solo in quel momento e in quel luogo. La ricerca continua dell’utilizzo di ogni linguaggio teatrale ha portato a performance e istallazioni sensoriali e ad ensemble tra improvvisazione musicale e teatrale; senza, in ogni caso, disdegnare la contaminazione con il teatro di denuncia o di narrazione o altre forme teatrali tradizionali. I componenti del Teatro Forsennato sono Dario Aggioli, Stefania Papirio, Carla Damen, e Angelo Tantillo, ma insito nella natura stessa del Teatro Forsennato è la possibilità di confrontarsi con altri attori e artisti di ogni tipo. Con Sisifo è in pausa caffè – Selezione Premio Scenario 2005, e San Giorgio, il Drago – Selezione Premio Scenario 2007, Teatro Forsennato ha raggiunto una maggiore visibilità a livello nazionale. Gli spettacoli in repertorio sono Sangue Palestinese in scena dal 2003, Le figurine mancanti del 1978 e Makilé – la Bambina nel Grande Serpente. La compagnia fa parte del Consorzio Ubusettete, insieme ad altre quattro compagnie romane. La compagnia è stata segnalata nel libro di Graziano Graziani Hic Sunt Leones – Scena Romana Indipendente e nella tesi di Giorgia Rocchi, Sconfinamenti: poetiche e spettacoli della nuova scena romana.
 
“Le figurine mancanti del 1978”
di Dario Aggioli
con Dario Aggioli e  Daniele Giuliani
regia Dario Aggioli

aiuto regia Elisa Carucci
assistente alla regia Diana Cagnizi
consulenza Isabel Cortes Nolten
Produzione: Teatro Forsennato

dal 5 all’8 Febbraio 2015

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara)
Ingr. 10 euro. Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00

 

Per info e prenotazioni: 3494356219- 3283546847
www.teatrostudiouno.com –  info.teatrostudiouno@gmail.com


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale