Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
1 Ottobre 2020

Arte e cultura a portata di smartphone: le app per visitare i principali musei italiani e del mondo

di Marcello Valeri
Condividi
Arte e cultura a portata di smartphone: le app per visitare i principali musei italiani e del mondo

La tecnologia oggi ci permette di viaggiare senza uscire di casa: anche i musei, stando al passo con i tempi, hanno iniziato a sviluppare applicazioni che permettono al pubblico di ammirare le opere esposte anche da smartphone.


Le app dei musei nel mondo
Ormai non è più una novità: c’è una app per tutto e molte di queste ci permettono di accedere a utili servizi in qualunque momento e luogo. Oggi possiamo infatti scoprire quale pianta abbiamo davanti fotografandone semplicemente le foglie con Pl@ntNet senza dover sfogliare pesanti tomi in biblioteca, giocare on line alle slot machine ispirate alla mitologia greca e norrena, senza doversi recare in un casinò fisico su Android e iOS con l’app di Betway Casinò o fare shopping acquistando vestiti di seconda mano da tutta Italia grazie a Depop evitando così di perdere ore in giro per la città a caccia dell'abito perfetto. Se ormai lo smartphone è pronto per soddisfare ogni nostra evenienza, gli amanti dell’arte e della cultura sono stati felici di sapere che anche i musei di tutto il mondo si sono adattati a questa rivoluzione tecnologica iniziando a sviluppare diverse applicazioni che permettono di visitarne gli spazi comodamente seduti sul divano di casa. L’avvento di queste applicazioni permette inoltre di avvicinare nuovi visitatori e interessare nuove generazioni alla cultura con un approccio moderno e innovativo. Tra i musei di calibro internazionale che hanno prodotto app dedicate spicca ad esempio il MoMa di New York. Sull’app è possibile scoprire nuove informazioni sulle opere esposte e conoscere gli artisti che le hanno create. Restando nella 'Grande Mela', anche il Guggenheim ha sviluppato un’app che permette di prendere parte a tour virtuali del museo sotto forma di audio o di immagini.

Offre un tour virtuale delle sue sale anche il Louvre di Parigi, che accompagna i visitatori digitali tra le sue mostre, permettendo inoltre di ammirare alcune opere più da vicino di quanto sarebbe possibile visitando il museo di persona. Possiamo zoomare sui dipinti esposti anche utilizzando l’app della National Gallery di Londra, che permette inoltre di prendere parte a tour virtuali e scoprire informazioni dettagliate sulle opere esposte. Non appartiene a nessun museo nello specifico invece l’applicazione Google Arts & Culture, che raccoglie opere da più di 2 mila musei in tutto il mondo, offre video e articoli di approfondimento su determinati artisti o dipinti e permette inoltre di scoprire quale ritratto contenuto nel suo database ci assomiglia di più.


I musei italiani su smartphone

Se forse sono le app sviluppate dai principali musei del mondo quelle che fanno parlare di più di sé, anche i musei italiani hanno creato applicazioni di tutto rispetto che permettono di prendere parte a tour a distanza e scoprire qualcosa di più sulle opere esposte. L’app degli Uffizi di Firenze, scaricabile dall’Apple Store e su Google Play, ad esempio, è l’ideale sia per chi visita il museo che per chi vuole esplorarle le sale restando a casa. L’applicazione permette infatti di scoprire la posizione delle opere sulla mappa e scoprire di più su dipinti, statue e molto altro grazie alle audio-descrizioni e alle descrizioni scritte sia in italiano che in inglese. La rete dei musei del Comune di Roma ha sviluppato, inoltre, l’app ideale per chi vuole restare aggiornato su tutte le novità delle rassegne artistiche della capitale.
L’app 'Mic Roma', infatti, oltre a offrire mappe, foto e descrizioni di opere provenienti da più di venti musei, aggiorna gli utenti in tempo reale per quanto riguarda mostre, eventi e incontri.

Baluardo tra i musei italiani che hanno deciso di reinventarsi in chiave moderna, il Museo Egizio di Torino offre agli appassionati dell'Antico Egitto un’app omonima che permette di restare aggiornati sulle ultime novità e offre contenuti audio e pagine di approfondimento dedicate alle caratteristiche e la storia delle opere esposte. Tra gli altri musei che hanno sviluppato applicazioni spiccano anche il MaXXI di Roma, la fondazione Musei Senesi e il Museo Archeologico di Milano, ma chi ama l’arte e la cultura italiane a 360 gradi può inoltre scaricare l’app Musei italiani, che sfrutta il database del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per offrire informazioni su più di 6 mila tra monumenti, musei e siti storici e culturali con tanto di informazioni su orari di apertura, posizione e mappe. Chi non ha intenzione di visitare questi siti di persona può comunque sfruttare l’app per leggere gli approfondimenti dedicati alle singole opere e ai musei.

Gli amanti dell’arte possono oggi visitare i principali musei italiani e del mondo direttamente da casa. Grazie a molte app disponibili sui principali store è infatti possibile prendere parte a tour virtuali e scoprire qualcosa di più sulle opere esposte.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale