Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
19 Settembre 2019

Il perfetto turista 2.0

di Michela Zanarella
Condividi
Il perfetto turista 2.0

Con internet si sta imponendo un modo diverso di viaggiare, che passa per le app, scavalcando agenzie di viaggio e tour operator. Itinerari, tappe e luoghi da visitare si costruiscono in anticipo virtualmente con enormi vantaggi per il portafoglio

Con internet, il turismo si è modificato radicalmente. Ormai chiunque si appresti a scegliere una meta, che sia per lavoro o per le vacanze, può affidarsi al web, che ha assunto, negli ultimi anni, un ruolo davvero importante. Secondo una ricerca pubblicata di recente da Yahoo, su un campione di oltre seimila turisti europei, il 91% degli intervistati ha prenotato on line il viaggio. Questo dimostra come il web sia considerato un mezzo di cui avere fiducia, per cercare informazioni e conoscere meglio le mete da raggiungere. Sono cambiate le abitudini del turista, che pianifica i viaggi attraverso i motori di ricerca e con i dispositivi mobili si connette e prenota, usando le applicazioni di riferimento. In un’epoca segnata dalla crisi, dall’incertezza e dalle grandi trasformazioni tecnologiche, i turisti sono sempre più hi-tech e low-cost, cercano viaggi a basso costo preferendo un periodo breve (le fasce a basso reddito si limitano alle escursioni in giornata). Il turista di oggi prima di prenotare un viaggio naviga sul web, cerca siti, immagini, esperienze di chi ha già visitato i luoghi, è un turista molto più preparato, consapevole ed esigente, proprio perché non si muove se non dopo aver consultato numerose fonti, confrontato prezzi, servizi e offerte. Un turista sempre più selettivo, alla ricerca di valori ed emozioni da condividere con altri attraverso i social network. Perché ciò che viene messo in rete diventa fonte accessibile per altri utenti. E il turista, se da una parte è un consumatore di servizi, dall'altra è anche produttore di contenuti, racconta le sue avventure e le mette a disposizione. Il viaggio diventa sempre più esperienza condivisa e sono gli utenti delle piattaforme specifiche a tracciare suggerimenti, a lanciare indici di gradimento e a sottolineare disservizi.
Ma cos'è che rende quale canale preferenziale la ricerca on line? Innanzitutto mappe e app che 'guidano' nella scelta del percorso migliore per raggiungere un luogo (con l’app Google Earth, ad esempio, si può visitare il mondo con semplici tap, visualizzando città e luoghi disparati grazie alle bellissime foto che ritraggono strade, luoghi e monumenti).
In secondo luogo le community, grazie alle quali è possibile entrare in contatto con persone che vogliono affittare delle stanze in giro per il mondo. Airbnb, ad esempio, è presente in oltre 34000 città e 190 paesi, e per i più 'sportivi' esiste anche Couchhsurfing un enorme social network che permette di condividere il proprio divano ed ospitare gente da tutto il mondo.
Invece, chi ama la vita di mare, può consultare la piattaforma Sailsquare che 'fa incontrare' privati che possiedono una barca con persone che vogliono fare una vacanza (anche qui si trovano i migliori prezzi del mercato, grazie alla disintermediazione).
Il viaggio 2.0, inoltre, è un'esperienza che si protrae per tutto il tempo della vacanza. Infatti è possibile trovare una guida turistica che vi faccia vivere la città con gli occhi di chi ci abita e scoprire gli itinerari segreti e poco battuti: su Vayable e Rent-a-guide potete trovare gente del posto disposta a farvi conoscere i più luoghi insoliti ed originali delle città del mondo. Se dovete prelevare contanti la app AroundMe vi segnala dove si trova il bancomat più vicino (ma anche l'ospedale, la farmacia, il ristorante o il cinema). Persino gli ipocondriaci hanno il loro valido supporto con Trova la mia Medicina: l’app utile per trovare un farmaco di cui si ha bisogno, anche nelle varie versioni corrispondenti commercializzate nel Paese in cui ci si trova.
Insomma, nell'era multimediale, la nuova guida turistica è uno smatphone!


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale