Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
30 Novembre 2022

Il lato oscuro di internet: come proteggersi dai rischi del mondo online

di Eleonora Leonardi
Condividi
Il lato oscuro di internet: come proteggersi dai rischi del mondo online

Il crescente uso di internet ha portato a dei cambiamenti radicali che hanno influito su ogni aspetto della nostra quotidianità. Oltre ai suoi vantaggi, però, bisogna conoscere anche i suoi lati negativi. Sempre più spesso, infatti, il web diventa una pericolosa fonte di insidie e rischi, soprattutto per i navigatori meno esperti.

I dati parlano chiaro: nel 2021 si sono verificati 1356 attacchi informatici, più del doppio rispetto all’anno precedente. Le principali vittime sono le grandi imprese e i settori più vulnerabili sono quelli finanziari e sanitari, ma le piccole e medie imprese e i singoli individui non possono considerarsi al sicuro: è sempre bene conoscere i metodi disponibili per proteggere i propri dati ed evitare problemi di questo genere.

Vediamo qual è il livello di consapevolezza degli utenti e in che modo è possibile tutelarsi quando si è connessi alla rete. 

Gli italiani sono i più connessi, ma anche più preoccupati rispetto al 2021

A seguito della pandemia, gli italiani sono sempre più connessi: si parla di almeno 51 milioni di internauti (+1,7% rispetto al 2021), che accedono a internet soprattutto tramite dispositivi mobile come smartphone e tablet, utilizzando i servizi di messaggistica e i social network.

All’aumento degli internauti si affianca, però, anche il lato più spiacevole della navigazione web: l’aumento del cybercrimine. Negli ultimi anni, infatti, e in particolar modo dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, gli attacchi dei cybercriminali si sono susseguiti senza sosta, e nel mirino c’è anche l’Italia.

I principali rischi riguardano la violazione della privacy di privati e imprese: le attività più dannose mirano al furto dei dati sensibili, con conseguenze potenzialmente disastrose per entrambe le realtà.

Di conseguenza, gli italiani sono sempre più preoccupati per la propria sicurezza: il 38% degli utilizzatori di internet, infatti, riconosce un aumento effettivo della criminalità digitale rispetto al periodo pre Covid. Sebbene vi sia maggiore consapevolezza riguardo ai rischi che si corrono online, non tutti sanno come comportarsi per proteggere la propria privacy sul web.

Come proteggersi dai rischi informatici

Poiché i principali pericoli che si corrono online riguardano la violazione della privacy, a causa dei sempre più frequenti furti di dati sensibili, diventa indispensabile conoscere il funzionamento dei sistemi più utilizzati dai cybercriminali. Le frodi più diffuse avvengono via mail, principalmente attraverso il phishing, ma non tutti sanno che anche il semplice download di un software o di un videogioco può comportare pericoli legati alla presenza di virus, malware e ransomware.

Ma quali sono le accortezze da avere per aumentare il livello di sicurezza durante la navigazione sul web? Prima di tutto è opportuno proteggere ogni dispositivo con un buon antivirus, scegliendo quello più adatto alle attività che si svolgono online. Anche l’uso di una VPN (acronimo che sta per virtual private network) è consigliato, soprattutto se si usano spesso le reti wifi pubbliche o si è soliti dedicarsi ad attività come gaming, streaming e torrenting. Per navigare in anonimato e proteggere la propria privacy online è possibile sfruttare una delle numerose vpn disponibili in Italia, da scaricare anche gratis.

Altro accorgimento utile a questo scopo è provvedere regolarmente a un backup, magari impostandolo in maniera automatica quando non si utilizza il pc (nelle ore notturne, per esempio), in modo da tenere sempre al sicuro tutti i documenti privati o professionali. Infine, un suggerimento che troppi utenti ignorano il più delle volte: impostare una password efficace e cambiarla spesso, evitando di utilizzare le stesse combinazioni di numeri, parole o frasi per tutti i servizi che si utilizzano online.


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale