Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
27 Maggio 2020

L'e-commerce sbarca nel futuro

di Maria Elena Gottarelli
Condividi

Sposando il valore fondamentale della solidarietà fra venditori e fruitori, Atlantix utilizza una nuova strategia di redistribuzione meritocratica dei ricavi pubblicitari
Schermata_app_3.jpg

E’ in arrivo una nuova piattaforma digitale ‘made in Italy’ in grado di combinare le peculiarità di un social network con le potenzialità di un e-commerce. Alessandro Cadoni - già fondatore di ‘Friendz’ - lancia Atlantix: il suo ultimo progetto attivo sulla rete allo scopo migliorare l’esperienza della vendita on line attraverso la valorizzazione del rapporto fra chi acquista un articolo e chi la produce. “Una città digitale”, specifica il giovane imprenditore digitale, “che conterrà all’interno pagine business in grado Alessandro_Cadoni.jpgdi coinvolgere direttamente i membri della community”.
Atlantix nasce dalla consapevolezza che, nel 2020, il monopolio della pubblicità si è spostato quasi interamente sui social network, con dinamiche che comportano considerevoli svantaggi sia per chi acquista i prodotti, sia per chi li vende. Mentre per i primi si trovano bacheche e caselle mail invase di spam non richieste, i secondi sono spesso costretti a investire notevoli somme di denaro per far sì che il loro prodotto resti visibile e appetibile per il pubblico. Sposando il valore fondamentale della community e dalla solidarietà fra venditori e fruitori, Atlantix rivoluziona questo modello e utilizza una strategia di redistribuzione meritocratica dei ricavi pubblicitari tra i vari membri, sotto forma di crediti volti a premiare le attività utili alla crescita della community stessa.
Atlantix si rivolge principalmente a ‘clienti Corporate’ e alle Pmi che desiderano servirsi del potenziale commerciale dei social, senza trovarsi costretti a gestire i passaggi, spesso farraginosi, degli algoritmi on line. La piattaforma si configura, dunque, come un luogo sicuro per sponsorizzare i propri articoli, ampliando al tempo stesso il target a una fascia della popolazione - quella che utilizza i social - in continuo aumento. Grazie all’esperienza ‘multichannel’ (web, pagina social, piattaforma e-commerce) sarà anche possibile veicolare il proprio prodotto in modalità differenti e specifiche, migliorando il coinvolgimento dell’utente/cliente.
Grazie all’intuizione del suo fondatore, Atlantix intercetta l’aria dei tempi, che non richiedono più soltanto produttività, ma anche flessibilità e capacità di dialogare con diversi target, adattandosi a terreni di ‘conquista’ in continuo mutamento.
“Nell’esperienza di Friendz, di cui sono co-fondatore”, spiega Alessandro Cadoni, “avevamo capito quanto fosse importante la valorizzazione della community, che rimane centrale in Atlantix. In questo ultimo anno, ho lavorato per sviluppare un progetto che amplificasse ulteriormente il valore e la centralità delle persone”. E conclude: “Ci siamo accorti dell’assenza di una piattaforma in grado di aggregare al suo interno la potenza comunicativa di un social network, l’efficacia di un e-commerce gestito da team specializzati e il supporto di una community. Atlantix nasce da questa intuizione”.

Alessandro_Cadoni_2.jpg


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale