Il mensile di informazione e approfondimento che
intende riunire culturalmente il nostro Paese nel pieno rispetto di tutte le sue tradizioni, vocazioni e ispirazioni ideologiche e politiche.
diretto da Vittorio Lussana
Area Riservata
25 Settembre 2020

La Lega musulmana mondiale dona un milione di dollari alla Protezione civile italiana

di Stefania Catallo
Condividi
La Lega musulmana mondiale dona un milione di dollari alla Protezione civile italiana

Anche il mondo arabo si sta muovendo per aiutare l’Italia durante l'attuale difficilissima fase di contrasto al coronavirus, riaprendo le ‘porte’ a quel dialogo interreligioso che può svolgere un ruolo efficacissimo di pace, fratellanza e solidarietà tra tutti i popoli

La ‘Lega musulmana mondiale’ (Mwl) ha donato, lo scorso 8 aprile, un milione di dollari alla Protezione civile italiana, per contribuire alle politiche di contenimento e cura del coronavirus. La decisione relativa alla donazione, presa dal segretario della Lega musulmana ed ex ministro della Giustizia saudita, S. E. Mohamed Ben Abdul Karim Al Issa, è finalizzata a “consentire l'acquisto delle attrezzature mediche necessarie agli operatori sanitari, impegnati nell'affrontare questa pandemia e rientra nell'ambito delle attività di tipo umanitario condotte dal nostro ente”.
La Lega musulmana mondiale è una Ong attiva dal 1962, che riunisce e rappresenta 50 Paesi di fede islamica, fornendo aiuti e supporti alle popolazioni in difficoltà, di qualsiasi credo religioso esse siano, attraverso l'Organizzazione internazionale di soccorso, assistenza e sviluppo, un dipartimento molto ‘snello’ e assai ben organizzato, che si occupa di attività umanitarie con sedi in 40 Paesi del mondo. In Italia, una delle iniziative più importanti si è tenuta nell'agosto dello scorso anno, nell'ambito del 40esimo Meeting annuale di Rimini, con incontri, dibattiti e la presentazione di una mostra dal titolo: ‘La compassione che unisce’. Secondo i responsabili italiani della Lega musulmana “il principio che anima il nostro operato è che ogni essere umano ha il diritto di essere salvato e di vivere con dignità. Puntiamo a portare servizi sanitari completi, dalla cura all'assistenza sociale, al soccorso d'emergenza”. L'incontro con Papa Francesco, avvenuto nel 2017 e la visita del Cardinale Tauran in Arabia Saudita l'anno successivo, hanno gettato le basi per un dialogo proficuo tra mondo arabo-islamico e mondo cattolico, al fine di creare “un'amicizia tra persone, oltre che fra popoli e culture”.

Francesco_Mohamed.jpg

NELLA FOTO QUI SOPRA: L'INCONTRO TRA PAPA FRANCESCO E LA LEGA MUSULMANA NEL 2017

IN APERTURA: S. E. MOHAMED BEN ABDUL KARIM AL ISSA


Periodico Italiano Magazine - Direttore responsabile Vittorio Lussana.
Registrata presso il Registro Stampa del Tribunale di Milano, n. 345, il 9.06.2010.
EDITORE: Compact edizioni divisione di Phoenix associazione culturale